Mouse Without Border, il miglior KVM free6 min read

PREMESSA

Dopo vari giri su internet per cercare un programma affidabile KVM mi sono imbattuto in Mouse Without Border. Venendo da una vecchia versione di Synergy, l’upgrade è stata una svolta soprattutto nell’evitare il solito sclero di configurare i pc inserendo manualmente gli ip e i nomi dei computer.

DESCRIZIONE

Mouse Without Border è un software che permette di condividere tastiere, monitor e mouse, ma non solo. Possiede anche funzionalità molto interessanti come:

  • Controllare più computer attraverso un solo mouse e tastiera
  • Peer-to-peer system: ciascun computer può diventare un master
  • Catturare lo schermo (Ctrl+Shift+S)
  • Possibilità di copiare un file da un pc ad un altro semplicemente con un drag&drop
  • Effettuare il login di tutti i PC da uno solo di essi
  • Modificare il logo di windows all’avvio
  • Supporta accesso/UAC desktop
  • Modificare il layout della tastiera
  • Condivisione dei computer anche su sotto-reti diverse anche nella versione di installazione facilitata
  • Supporta IPV6 (non so quanto sia utile)
  • La chiave segreta viene utilizzata per criptare i dati seguendo l’Advanced Encryption Standard

La potenzialità di questo programma risiede soprattutto nella facilità di instaurare un collegamento tra i pc. Una volta avviato il programma ci si troverà in questa schermata:

Sostanzialmente ci chiede se è stato installato già il programma su un altro pc, se si inserire la sua chiave e il nome del pc.

Altrimenti ci verranno mostrati la nostra chiave e nome pc da inserire sul programma in un altro computer.

In questo caso possono capitare chiavi con caratteri speciali difficilmente riproducibili con la tastiera senza impazzire, il mio consiglio è quello di chiudere e riaprire il programma generando una nuova chiave.

Se clicchiamo su skip, accediamo direttamente alla console dove si possono vedere il proprio computer e altri 3 vuoti che si possono configurare manualmente.

In questa schermata possiamo anche cambiare la security key impostandone una nostra, organizzare i pc su due righe se per caso si hanno 4 monitor disposti 2 sotto e 2 sopra. Dopo aver cliccato apply le modifiche diventeranno effettive. Il link Go through the setup experience ritorna alla schermata di configurazione automatica iniziale

Nel tab Other Option sono presenti veramente tante opzioni che ci permettono di modificare le impostazioni per adattarle alle nostre esigenze.

IP Mappings è utilizzato invece per configurare manualmente le macchine attraverso gli ip seguendo la seguente sintassi:

computer_name space IP_Address

In alto a destra c’è anche la possibilità di copiare un log di tutte le azioni effettuate attraverso il link Mini log.

Ricordiamo che per evitare problemi, i nomi e gli IP dei pc all’interno della stessa rete DEVONO essere univoci.

Libri per capire come funzionano i server Windows:

Libro 1
Libro 2

Recent Tweets

For privacy reasons Twitter needs your permission to be loaded.
I Accept
2018-09-19T08:27:28+00:00

About the Author:

Dottore in Informatica, mi hanno sempre appassionato i computer e il loro funzionamento. In questi ultimi anni ho deciso di specializzarmi nell'ambito sistemistico focalizzando i miei studi sul network e i server. Insieme a Daniele, ho deciso di creare questo blog per aiutare, attraverso delle guide, più persone possibili cercando di trasmettergli la nostra passione.

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.